Post con il tag: "(Bologna)"



20. dicembre 2019
«Lei conosce Arpad Weisz?» Calciatore e poi allenatore nell'Italia del regime fascista, di lui si è perduta ogni traccia. Aveva vinto più di tutti negli anni Venti e Trenta, più di tanti tecnici acclamati oggi, vincendo scudetti e coppe, e portando al trionfo il Bologna. Weisz è scomparso di colpo, portato via dal vento tragico della storia, delle leggi razziali, della Shoah. Arpad Weisz è scomparso ad Auschwitz, la mattina del 31 gennaio 1944
25. ottobre 2019
Antonio Buscè: da Gragnano ad Empoli, passando per Ravenna, Baracca Lugo, Padova e Lumezzane. Calciatore tosto, nato come esterno destro ed utilizzato all'occorrenza anche in posizione centrale. Personalità e quantità in sette stagioni di Serie A, tra Empoli e Bologna e qualche convocazione in nazionale sfiorata, seppur mai ottenuta.

09. agosto 2019
Il calcio moderno è caratterizzato da calciatori di grande talento e al contempo di estrema variabilità caratteriale. Pablo Daniel Osvaldo, centravanti argentino naturalizzato italiano, è l'archetipo di questo genere di calciatore. Nato in Argentina ed emigrato a Bergamo in giovane età, Osvaldo ha giocato per Atalante, Lecce, Fiorentina, Bologna, Espanyol, Roma, Inter, Juventus e Boca Juniors. Il tutto, prima della clamorosa decisione di dedicarsi al ballo e alla musica con i Barrio Viejo.
11. febbraio 2019
Sogno sempre la stessa cosa da anni, Andare in porta con il pallone tra i piedi dopo aver dribblato anche il portiere. Ogni tanto mi riesce, e allora per un po’ faccio sogni diversi, ma poi torno al vecchio sogno. Eneas de Camargo. La frase con cui si apre il libro Eneas. Una storia di Saudade tra Bologna e il Brasile riassume perfettamente l'essenza della carriera di Eneas, calciatore brasiliano che nel 1980-81 disputò una sfortunata stagione nel Bologna. Una vita sfortunata, con tanta saudade.

31. dicembre 2018
Ripercorriamo la carriera del Petit Zizou. Mourad Meghni ad inizio anni 2000 prometteva bene, benissimo, tanto da non far sembrare azzardato il paragone con il campione franco-algerino Zinedine Zidane. E questo non solo per evidenti analogie legate alle origini dei due calciatori. Classe 1984, Meghni giunge prestissimo in Italia, al Bologna di Stefano Pioli per disputare il campionato allievi, dopo aver rifiutato un lauto ingaggio da parte del Manchester United di Sir Alex Ferguson. Non poco...